Regole per appassionarsi e fare l’imprenditore

L’articolo da cui traggo spunto oggi ci presenta il decalogo dell’impresa vincente. Una preziosa e aggiornata linea guida, frutto di studi in contesti internazionali di alti esponenti del mondo dell’economia, della finanza, di docenti e imprenditori.

http://corriereinnovazione.corriere.it/cards/idea-team-l-aiuto-nonna-10-regole-l-impresa-vincente/pioggia-consigli_principale.shtml

Vorrei portarvi il mio pensiero su due regole in particolare, tra le 10 citate: “non avere paura di fallire” e “il team”, che preferisco definire come “regole per appassionarsi a fare impresa oggi”.

Anche il più audace degli imprenditori, quando avvia una nuova strategia o un progetto, dentro di sé convive con l’incertezza del risultato. C’è chi la cela con austerità, chi la manifesta, ma in entrambi i casi si tratta di paura di fallire, che può ulteriormente essere declinata con il timore di perdere denaro, di non soddisfare un bisogno, di deludere qualcuno e ancor peggio se stessi.

Chi ha il coraggio di far nascere una start up oggi deve pensare, studiare, pianificare tante cose e può capitare di non decollare per la paura di non farcela.

Nella mia esperienza di Coach, posso rassicurarvi che questo aspetto può essere superato. Ognuno ha risorse individuali e tempi diversi per affrontare il rischio, ma la chiave di volta per realizzare i nostri progetti sono la forte consapevolezza di chi siamo e del valore aggiunto dell’esperienza, la passione che anima il nostro impegno e la fiducia verso gli altri.

“E se l’idea di una nuova startup può essere del singolo, l’esecuzione è gioco forza la realizzazione di un team”. Questo deve essere coeso, motivato, formato, specializzato, lo sappiamo tutti bene, ma se ci caliamo nei climi aziendali spesso i motivi di scollatura sono vari, l’entusiasmo iniziale sembra sbiadirsi tra i componenti della squadra e questa debolezza accresce la paura del fallimento e mina ancora di più il raggiungimento dell’obiettivo.

Partendo da questo “bug” e convinto della necessità di dover ambire a team 2.0, ho maturato il desiderio di costruire una squadra di professionisti e di innescare collaborazioni a catena, con esperienze qualificate a disposizione di imprenditori che ne scoprano la necessità.

L’obiettivo è di creare imprese vincenti perché si ricerca un cambiamento entusiasmante e arricchente per tutti coloro che vi partecipano.

Tornerò a parlarvene ancora, e più approfonditamente, raccontandovi lo sviluppo di questa iniziativa e chissà che, grazie anche alla vostra collaborazione, non ci ritroveremo ad avviare un progetto d’impresa insieme!

#scrivitiin2righe

Tante volte ci capita di presentarci a un team, a un nuovo datore di lavoro, a clienti… ma quanto siamo veramente efficaci? Sappiamo distinguerci, comunicare ciò che per noi è realmente importante, i nostri valori, la nostra esperienza, il nostro potenziale e le nostre passioni?

Recentemente a Roma presso l’Academy Yucan, all’interno dell’ICF GLOBAL program (entusiasmante corso di accreditamento internazionale di Coaching) ho approfondito alcuni aspetti particolari  sul tema del Personal Branding.

È un approccio al mondo del business differente e più complesso della semplice diffusione del proprio curriculum vitae in Internet.

Per esempio, lo sapevate che:

– riscuotiamo tanto più interesse quanta più alta è la consapevolezza di noi stessi? (e credetemi non è una cosetta così banale come sembra!)

– oppure che ottenere visibilità non significa diffondere il più possibile e ovunque nel network il nostro (spesso troppo lungo) profilo?

Vorrei proporvi una sfida, un metodo efficace per affinare la capacità di presentarsi in poche parole, condensando in modo chiaro, diretto, mirato chi siamo e cosa cerchiamo: #scrivitiin2righe

Se vuoi accogliere questa idea, allora raggiungimi su #scrivitiin2righe tramite Twitter potrai comunicare insieme a me il tuo Personal Branding!

Il tuo profilo in versione… 2.0!

#scrivitiin2righe: Imprenditore di Startup #BookTribu grazie alle mie esperienze manageriali, sono Scrittore per passione #FrecciaEmilio